Rayton Fissore Magnum 4x4 Forum

Il forum per gli appassionati del Magnum 4x4
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 scheda redatta da "cani "sulla rivista La mia 4x4 a proposito del Magnum

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
maseratilaforza

avatar

Numero di messaggi : 94
Data d'iscrizione : 11.02.09
Età : 48

MessaggioTitolo: scheda redatta da "cani "sulla rivista La mia 4x4 a proposito del Magnum   Mar Mar 10, 2009 4:32 pm

Oggi stavo spulciando alcune riviste cosidette "specialistiche" che trattano fuoristrada e SUV. Su "La Mia 4x4 " nell'articoletto su "speciale Acquistare una 4x4 storica" viene inserita una foto di un Magnum (come al solito in versione Polizia) e una breve e inesatta descrizione con impressioni, che senza alcun dubbio sono imprestate dalle solite leggende circolanti su Internet. Mi preme far notare che il prezzo ridicolo d'acquisto che viene indicato 2-3000 Euro e' probabilmente sufficiente ad accapararsi una versione in pessime condizioni degli ex enti pubblici (vedi Enel o Polizia) senza ac e interni in pelle e con componentistica diversa. Sicuramente non e' sufficiente per acquistare una V6 in buone condizioni o addirittura una VM 2.5 120cv dell'ultima generazione (serie3) che si aggirano dai 7-8000 Euro in su. Se mi trovano una V6 2.5 appena decente con meno di 100000km per 2-3000 Euro la compero immediatamente!Non parliamo poi di una versione americana, 5.0 o 5.8 V8 che sicuramente per la rarita' in europa dovrebbe aggirarsi sui 12000-15000 Euro se in buone condizioni.Ovviamente non mi riferisco agli esemplari in vendita su e-bay in USA che sono normalmente in condizioni disastrose e che si aggirano intorno ai $4000- $6000.Andando avanti nella lettura della scheda ci sono alcuni punti dove vengono analizzate la reperibilita', affidabilita' etc..
Sotto vi riporto la scheda con alcuni miei commenti......

la reperibilita' : limitata ( e questo va bene)
affidabilita' : scarsa (in base a quale statistica? Certo se mi considerate solo le versioni Polizia costruite in centro Italia mi sta' bene, ma non si puo' fare di tutta un erba un fascio visto che per esperienza personale ci sono versioni civili alquanto al di sopra della media come affidabilita'.E che dire di altre vetture come la Range che viene definita (imprevedibile)? solo imprevedibile? la mia range V8 era una cariola tale da perdere i pezzi per strada a soli 3 anni di vita e 65000km..... o Uaz (discreta fai da te)?

sfruttabilita' : Fuoristrada moderna (ok....)

su strada: Ruvida ma buona ( ruvida magari la versione Sofim2.5 td ma se provassero una 5.0 oppure un V6......)

Fuoristrada : inadatta priva di escursione (????????? Ma che razza di affermazione e' questa? Allora un Iveco WM90 militare che e' stato progettato per il fuoristrada e' inadatto???? Ma quale escursione limitata? Sicuramente non e' come quella di un prototipo da crawling ma e' sicuramente superiore in certi casi ad altre 4x4 elencate con balestre e ponti rigidi a cui non si accenna assolutamente a questo tipo di incoveniente! bah....Posso sempre fornire i dati dell'asse anteriore e posteriore e paragonarlo alle altre vetture prese in considerazione.

Ora viene il bello:

Profilo:idea in avanti sui tempi: costruita con lunga storia di marchi (anche Laforza per gli USA) e motori. >>(Che vuol dire?) << Carrozzeria ispirata alla Fiat uno, << ( ma da che pianeta arrivano questi? Allora vediamo... la Range eà ispirata alla mini clubman, la porsche 911 alla VW maggiolone, e posso continuare ....Invece di dire che e' stata disegnata da Tom Tjaarda che era anche stato capo al centro stile Fiat e aveva disegnato vetture splendide)>>

continua.. Voleva essere una fuoristrada di prestigio ma sotto c'era un Daily.<< ( Ohhh che cultura motoristica e telaistica incredibile, invece sotto le altre 4x4 come Land Rover,Toyota, Nissan, Mitsu, Suzuky,GM , Ford, non c'erano i vari telai a longheroni e traverse utilizzati per i pickup e camioncini e furgoni vari? Bah??)>>
continua.. Motori Fiat, Alfa (2.4 V6) << (2.5V6!!!! non c'e' mai stato un V6 alfa 2.4!!!)>> continua.. Sofim 2.4 <<(2.5!!! anche il Sofim era 2.5 e non 2.4!!!! Gnurant!)>>persino un 5.7 V8 americano. <<( primo; non c'e' mai stato un 5.7 montato su una Laforza ma solo un 5.0 V8 e qualche raro 5.8 V8 come anche alcuni GM 6.0!! Mi chiedo anche, visto che sono cosi' bravi a trovare telai daily nascosti, potevano almeno fare lo sforzo di trovare i marchi dei motori usati in USA. Ford e GM!!!)>> continua.. Versioni lussuose ed altre semplificate al massimo per enti e corpi, <<(corpi??)>> accumunate da produzione discontinua, prezzi elevati e fama di inaffidabilita' per componenti assemblati. << (fama?? Ma ne hanno vista una (e non dico provata) dal vivo, prima di scrivere tutte ste cavolate? Penso proprio che questa analisi l'abbiano fatta guardando la fotografia del Magnum su qualche calendario anni 90 della polizia..)>> continua.. Curiosita' da collezione, se in ottimo stato. << ( Ehhh certamente, in fin dei conti io mi metto a collezionare tutte le auto anche di altre marche cercandole in pessime condizioni perche' e' meglio!!! Curiosi questi giornalisti che facevano il panettiere il giorno prima.......) Ma e' proprio vero che in Italia la categoria dei giornalisti e' da mettere insieme a quella dei terroristi!
Non fanno eccezione neppure quelli delle testate automobilistiche. Bisogna forse, che scriviamo tutti insieme a queste "tre' Marie" autori di questa chicca (Filippo Einaudi, Nicola D. Bonetti e Francesco Barontini) e magari fargli notare le inesattezze e le cavolate affermate prese sicuramente dai forum di internet! Che imparzialita' e conoscenza del veicolo analizzato... bah....

Ciao

Ale


Ultima modifica di maseratilaforza il Mer Mar 11, 2009 4:33 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://pub24.bravenet.com/forum/static/show.php?usernum=20229244
maseratilaforza

avatar

Numero di messaggi : 94
Data d'iscrizione : 11.02.09
Età : 48

MessaggioTitolo: escursione sospensioni   Mer Mar 11, 2009 2:24 am

ecco alcuni dati che smentiscono le affermazioni sulle fantomatiche critiche alle sospensioni del magnum (priva di escursione)????

Anche se ovviamente la sospensione anteriore indipendente del magnum e' meno performante in "wheel travel" di alcune concorrenti non vedo queste enormi differenze considerato che la Suzuky samurai inserita in un'altra scheda ha meno escursione del magnum e viene considerato fuoristrada assoluto ( ossia secondo i nostri 3 moschettieri il meglio!) Ora se mi dicono che magari le dimensioni del Magnum portano a delle limitazione in alcuni passaggi in fuoristrada mi sta bene, ma usare informazioni inesatte e manipolare dati senza senso non dimostra buona fede.

ecco i dati del magnum paragonati ad alcune vetture 4x4 considerate il massimo in fuoristrada:


magnum 4x4
16-17 cm di escursione della sospensione anteriore .
Sospensione posteriore : circa 21 cm di escursione.






Suzuky samurai:
circa 7 inches ossia 17,5 cm dietro.Anteriormente circa 5 cm in assorbimento e 10 cm in escursione 15-16cm di escursione totali.
http://boyracer.endoftheroad.ca/spoa/

Land Rover freelander:
Generous wheel travel is provided: up to 7 (17,7cm) inches in the front and 8 inches in the rear.

Toyota 4runner:
circa 7inches davanti e 9inches posteriore


Range rover 4.6 HSE model year 95 con sospensioni ad aria!!!!! Escursioni maggiorate rispetto alle molle del prima serie!
Suspension
· Electronically controlled air suspension (EAS) with four air springs, double acting shock absorbers and height sensors.
Front
o Air springs, radius arms, Panhard rods, sway bar
Rear
o ATLAS (All-Terrain Lightweight Articulation System)
o Air springs, composite radius arms, Panhard rods
Vertical Wheel Travel
o About 8 inches front ( circa 20,32cm)
o About 9 inches rear (circa 22,8cm)

http://www.lrfaq.org/RR/FAQ.RR2.US_RR.mk2.html




Magari se andassero a controllare prima di scrivere baggianate sarebbe meglio.
Possiamo sempre mandargli una Mail all'indirizzo lamia4x4@barberoeditori.it che verra' ovviamente cestinata, in quanto pubblicano solo storielle leccaiole e complimenti vari.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://pub24.bravenet.com/forum/static/show.php?usernum=20229244
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 37
Data d'iscrizione : 09.02.09
Età : 33

MessaggioTitolo: Re: scheda redatta da "cani "sulla rivista La mia 4x4 a proposito del Magnum   Lun Mar 16, 2009 12:36 pm

Ciao,

come già sai, sono completamente d'accordo con te. Ma è altrettanto vero che, del resto, sono ben poche le buone parole che vengono dette sul Magnum, soprattutto su internet. E sappiamo tutti come, proprio internet, sia una fonte inesauribile (e comoda) di informazioni (anche per i giornalisti).
Personalmente dubito anch'io che "i tre moschettieri" abbiano mai provato una qualche versione del Magnum, viste le descrizioni qualunquiste e superficiali che hai riportato... Spero però che almeno i frequentatori di questo forum si possano render conto di come tutte queste considerazioni vadano contestualizzate; nel senso che per valutare oggi un veicolo concepito nell''84, bisogna tener conto degli standard di allora (e in questo il magnum penso sia ben al di sopra del parco medio circolante a quel tempo) e del fatto che comunque, bene o male, ad oggi, per quanto un esemplare non abbia troppi chilometri sulle spalle, possa comunque risentire dell'età.

Il fatto che il magnum fosse meccanicamente un assemblato (che, peraltro se andassimo ad indagare, non sarebbe un caso così raro nel settore automobilistico), viene spesso considerato un difetto. Ma a questo punto non si può dire che, per qualche strana maledizione, le parti derivate da altri veicoli, si rompano di più sul magnum che sulle macchine da cui provengono.

Provate vedere se chi ha problemi con le teste dei VM (che, al di là di questo problema, ritengo un gran motore) sono solo proprietari di magnum... La lista è lunga: varie Alfa TD, l'intoccabile Range Rover, Jeep Cherockee, Grand Voyager ecc...
Stesso discorso per il riduttore: Borg Warner (americana) può dare problemi, ma li dà anche sulle Cherockee...

Spero si possa riuscire a dileguare questa disinformazione sul povero Magnum...

Alla prossima!

Elio
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://magnumfissore.forumattivo.com
maseratilaforza

avatar

Numero di messaggi : 94
Data d'iscrizione : 11.02.09
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: scheda redatta da "cani "sulla rivista La mia 4x4 a proposito del Magnum   Ven Mar 27, 2009 8:30 pm

Ma e' chiaro che quasi tutti i fuoristrada siano assemblati, prima di tutte la famigerata Land Rover Range, infatti quando e' uscita usava un motore di origine GM dedicato ad una vettura 4 porte da famiglia che addirittura venne scartato dalla stessa BUIK negli anni 50!!. La Land Rover in cerca di un motore benzina si porto a casa la licenza per costruirlo con alcune modifiche (ovviamente con stadndard Inglesi....). Usarono questi motori fino alla serie attuale che uso' dapprima motori BMW e poi I Ford con relative trasmissioni Americane della GM e riduttori ripartirtori Americani. Non dimentichiamo che oltre ad usare motori VM (to, guarda) BMW e Ford con ovviamente trasmissioni Ford e riduttori Americani. Infatti la maggior parte di riduttori ripartitori sono: BorgWarner Usati da Land, Ford, Chevy, Jeep, Rayton fissore, etc. oppure NewProcess (adesso NewVenture) Usati da Jeep, GMC, Laforza(Magnum) etc.. Poi ci sono i cambi giapponesi e tedeschi per i manuali come ZF etc. Che dire poi delle sparate sui telai derivati da mezzi Rozzi e commerciali che utilizza il Magnum? Perche' invece Ford? Excursion 4x4 deriva dal telaio usato su furgoni e pickup F350, Expedition derivano dai F250 e F150 Pickup e furgoni commerciali, Explorer di "mini" telai dei Ranger pickup e furgoncini (solo ultimamente hanno cambiato alcuni dettagli delle sospensioni per renderle piu' confortevoli ma fino al 2003-4 erano identiche. GMC/Cadillac Yukon/denali e escalade come anche Hummer H2 derivano dai pick up Chevy/GMC da lavoro e furgoni come i Sierra 1500 che tra l'altro utilizzano ancora vari ripartitori e riduttori di Newventure o altri produttori.Utilizzano anche gli stessi motori usati sui furgoni da lavoro e altre vetture dei vari marchi della GM se non sono assemblati anche questi non saprei......
E i giapponesi? stessa cosa in fondo Utilizzano telai di furgoni e pickup da lavoro e con piccoli accorgimenti alle sospensioni (ma solo negli ultimi 3-4 anni ) li assemblano con carrozze diverse per i grossi SUV o 4x4 piu' specifici. Che dire dei vari Suv moderni che utilizzano addirittura scocche portanti imprestate da vetture da strada (vedi pianali delle Nissan Murano/ Infinty FX o Toyota etc...) Beh ma ovviamente solo la Rayton Fissore assembla e' chiaro.


Ciao
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://pub24.bravenet.com/forum/static/show.php?usernum=20229244
maseratilaforza

avatar

Numero di messaggi : 94
Data d'iscrizione : 11.02.09
Età : 48

MessaggioTitolo: la mia 4x4   Sab Giu 20, 2009 6:12 pm

lol! Oggi finalmente mi sono fatto una grassa risata venendo in possesso della lettera di risposta alla mia mail sulla rivistucola la mia 4x4 a proposito della scheda dei posts precedenti.

Ecco la mia mail che ovviamente e' stata tagliata dove confrontavo con dati alla mano e relative fonti (come qui sopra riportati) le sospensioni delle altre vetture prese in esame date le critiche della stessa rivista all'escursione delle sospensioni del Magnum.Ecco la conferma dei dubbi che avevo su chi scrive questi articoli e dovrebbe e dico dovrebbe avere una certa cognizione di causa. Ma a quanto pare sono solo dei ragazzini che fanno del copia e incolla da internet e che promuovono vetture che sono spinte dalle concessionarie e dal reparto commerciale che pubblica le pubblicita' su queste riviste di pennivendoli. Ovviamente tentano disperatamente di far credere di aver provato un Magnum (ma quando mai visto che sono in commercio da meno di 4 anni e i Magnum non sono piu' prodotti da ben 10 in Italia) con panzanate inventate di sana pianta pur di affermare le loro ragioni.

ecco a voi la lettera pubblicata sul mese di Aprile credo....

La mia mail tagliata ed aggiustata dall'originale (dove riporto i tagli e modifiche) e la loro pietosa risposta.


Ho letto con interesse, il vostro articolo a proposito delle storiche sullo speciale di marzo. Pero’, ho notato alcune incongruenze ed errori a proposito della scheda sul Magnum 4x4.
Si nota, nei punti analizzati, che per il fuoristrada la ritenete inadatta per la limitata escursione delle sospensioni. Mi chiedo come siete arrivati a queste conclusioni dato che l’escursione verticale posteriore della ruota (ponte rigido e balestre) e’ di ben 21cm mentre all’avantreno (sospensione indipendente ) arriva a circa 16/17 cm. Paragonata alle cosidette fuoristrada “assolute” come le definite nelle vostre schede<<<<< (taglio da parte della rivista)>>>>>>


e’ in linea se non superiore alle “inarrestabili” suzuky samurai, di cui dati alla mano, all’avantreno arrivano a meno di 5 cm in assorbimento e 10 cm in escursione 15-16cm ( quindi inferiore) e circa 7 inches ossia 17,5 cm dietro ( notevolmente inferiore). La 4x4 che ha “fama” di avere sospensioni molto articolate come la Range Rover II serie 4.6 HSE ( forse la migliore come estensione verticale delle ruote senza essere elaborata) oltretutto con sospensioni ad aria che sono risultate ancora superiori, come estensione, ai classici molloni elicoidali della prima serie, (circa 2 cm in piu’ all’anteriore e 3 cm in piu’ al posteriore), .risulta essere di poco superiore al magnum (perquanto riguarda la sospensione posteriore) e di circa 3 cm all’anteriore.(Range 4.6 hse del 1996) Una differenza cosi’ sostanziale sostanziale da definirla inadatta?

Vertical Wheel Travel (escursione verticale della ruota)
• About 8 inches front ( circa 20,32cm)
• About 9 inches rear (circa 22,8cm)


Anche la Land Rover freelander ad esempio arriva a superare all’avantreno il Magnum di soli 0,7 cm e si rivela inferiore al retrotreno come escursione.
Generous wheel travel is provided: up to 7 inches (17,7cm) in the front and 8 inches in the rear. (4x4 del 2005)

Non menziono neanche I vari Nissan patrol (balestre e ponti rigidi) dell’epoca (1985) in quanto sono inferiori ai dati sopra riportati.

Premesso che solo la Range ha una escursione di qualche centimetro in piu’ (circa 3) sulla sospensione anteriore mentre molte altre 4x4 sono (come la Suzuky) inferiori o simili mi domando se sia in realta’ una differenza cosi’ sostanziale come sembra sostenete, o solo vostre supposizioni basate sul sentito dire. <<<<<<(Ripresa da parte della rivista)>>>>>>>


Mi chiedo anche come si possa definire inadatta al fuoristrada, una vettura che come telaio e sospensioni, (a parte la sezione centrale ribassata) deriva direttamente dalla produzione militare dell’IVECO, il WM90, osannato per le sue doti fuoristradistiche e di robustezza. Se infatti si analizzano il retrotreno e l’avantreno del magnum si puo’ notare la identica disposizione dei ponti <<<<<<<<<(Taglio da parte della rivista)>>>>>>>>>


(che sono di produzione “Streparava Group” assemblati per veicoli speciali tra cui anche gli Iveco 4x4 militari) e di tutta la sospensione con relativa scatola guida etc. Sono infatti identici nella configurazione le sospensioni , freni, barre di torsione, barre stabilizzatrici, semiassi differenziali attacchi al telaio etc.
La differenza sostanziale, sta’ nell’uso di differenziale con autobloccante al 60% a frizione nel caso del Magnum, anziche' il blocco manuale dello stesso nel WM90 e dei rapporti al ponte che vennero prodotti con due tipi di riduzione.
><<<<<<< (riprende)>>>>>>>>>>

Ho notato anche errori sui motori da voi elencati.
L’ Alfaromeo e’ un 2.5 di cilindrata e non 2.4 come da voi scritto nel commento della scheda/profilo e anche il Sofim td era un 2.5 e non un 2.4 mentre nella versione VM di cento le cilindrate erano di 2.4 per I seconda serie e I 2.5 sulle terze serie. Anche per quanto riguarda I motori americani (di origine Ford) erano nella maggior parte dei casi 5.0 ( dal nome Laforza 5 litres) e qualche versione 5.8 sempre della stessa famiglia di motori Ford EFI nella configurazione “truck” (speed density) non 5.7 come specificato da voi. Infine vennero montati alcuni sefi (mass air)5.0 usati sulle Mustang fino al 1996 alcuni di questi con supercharger kennebell e potenze di circa 330cv. Le ultime versioni usarono invece I 6.0 V8 GM Vortech in versione “truck” (vedi GM Cadillac etc…) aspirate e sovralimentate con compressori eaton (potenze da 325cv a 450cv)


Mi chiedo altrersi’, come possa essere di detrazione, vista la vostra affermazione un po’ snobistica, il fatto di avere un telaio di derivazione camionistica. Oltretutto sono telai progettati per mezzi da 5 t. quindi molto solidi e versatili. Guardando il panorama delle 4x4 di tutto il mondo si possono scovare telai con relative sospensioni etc. di furgoni e cammionette sui GMC/Cadillac/ Hummer (Yukon, Escalade,etc..)

<<<<<<Taglio)>>>>>>> Ford (explorer, excursion, expedition) <<<<<<<<<<riprende>>>>>>>>

Land Rover (Range Discovery etc..) come per quasi tutte le giapponesi che usano gli stessi identici telai per pickup e furgoni (non cosi’ robusti e nobili se vogliamo!).Ovviamente mi fa sorridere anche l’affermazione alquanto superficiale sul design visto che forse e’ la prima 4x4 ad avere caratteristiche veramente innovative da automobile. Paraurti in compositi integrati (al posto di "pseudo putrelle" delle concorrenti dell’epoca) tetto senza gocciolatoi ampie vetrature senza pesanti orpelli e linee arrotondate. Tom Tjaarda che disegno’ e progetto’ la Magnum era capo del centro stile Fiat per diversi anni dove ha seguito anche il progetto Thema e tipo. Mi stupisco allora che non si dica ad ogni prova o scheda pubblicata che la Porsche 911 e’ un maggiolone schiacciato o che la Range Rover I serie e’ una mini clubman con ormoni, oppure che la seconda serie e’ scopiazzata proprio dal magnum 4x4 di 10 anni prima. Che dire inoltre delle vostre affermazioni sull’affidabilita’. So per certo che se prendete in considerazione I modelli costruiti all’isotta fraschini nel mezzogiorno per gli enti statali posso assicurarvi che non avevano niente a che vedere con I prima serie e seconda serie costruiti per il mercato civile a Cherasco, ( telai e assemblaggi) <<<<<<<<(Taglio)>>>>>>>>>>e a Caramagna per quanto riguarda le scocche (Goldencar) . <<<<<<<<<<(Riprende)>>>>>>>>>>>

I Laforza, (versione Americana) a titolo informativo <<<<<taglio>>>>>>> (visto che di speculazioni e baggianate se ne trovano tante oggi in internet su questo veicolo) <<<<riprende >>>>>>> erano modificati dalla PININFARINA e verniciati sulle stesse linee di montaggio delle Ferrari testarossa e Cadillac Allante negli anni 88-89-90. <<<<<<

Taglio >>>>>>>>Vedere vari video postati su YOUTUBE per esempio........... sotto fissore laforza/ rayton fissore laforza etc.
<<<<< riprende>>>>>>>


Infine mi chedo dove avete preso le quotazioni alquanto irreali dei Magnum. Vi sfido a trovare un Magnum civile in buone condizioni a meno di 8-9000 euro visto che 2-3000 euro sono prezzi in grado di acquistare solamente le versioni ex enti statali (spartane e super abusate), in condizioni diciamo, da restauro totale. I ricambi e la manutenzione del Magnum (dato che ho I prezziari dei ricambi, ancora tutti disponibili via fonti ufficiali o presso concessionari IVECO/Fiat, sono direi relativamente poco costosi e inferiori alla maggior parte delle fuoristrada della stessa categoria, come Toyota Landcruiser, Range Rover, Chevy Blazer o Ford Bronco dell’epoca.

Mi farebbe piacere, invece di divulgare notizie inesatte basate sulla cosidetta “fama”, fosse possible dedicare un articolo serio, provando qualche esemplare, (ovviamente in buone condizioni), per effettivamente toccare con mano e analizzare gli eventuali pro e contro, basandosi su dati e prove reali.

Non mi aspetto che pubblichiate la presente ma, ribadisco nuovamente, gradirei che vi cimentaste su un articolo un po’ piu’ veritiero e onesto sulla Magnum nelle sue svariate versioni, attingendo a fonti piu’ attendibili ( posso anche aiutarvi, se vi servono informazioni dettagliate e anche presentarvi progettisti designers e ideatori del progetto Magnum/Laforza).
Colgo l’occasione per porgervi I miei piu’ cordiali saluti e mi scuso se con la presente vi sembro leggermente polemico nell’ identificare le inesattezze e supposizioni sulla scheda da voi redatta.

Continuero’ a leggervi con attenzione e interesse

Alessio


---------------Risposta................ lol!

Caro leggermente polemico, anche tu hai sbagliato, e non una volta sola: nell’aspettarti che non pubblicassimo (seppure accorciandola di molto) la tua lettera, nei toni pesanti-forse non voluti-e nei confronti del nostro lavoro (definendo l’articolo non serio, non veritiero, ne’ onesto, accuse che che ti rispediamo serenamente), infine nel divagare tra mille dettagli, perdendo di vista la realta’: che il Magnum, per essere chiarissimi, sia stato un gran bidone. Andiamo ora alle nostre responsabilita’: ci scusiamo, se in un’opera ponderosa come quella realizzata sul numero di marzo ci sono state alcune imprecisioni. Abbiamo scambiato un paio di cilindrate nel testo: considerando la sarabanda di unita’ adottate- che non depone bene per lucidita’ di progetto ed omogeneita’ di produzione, grandi problemi di Magnum- e’ andata ancora bene, ammettiamo anche il particolare su Laforza, peraltro mai viste in Italia e quante effettivamente costruite?
Per il resto, procediamo con ordine, ma prima dei dettagli uno sguardo d’insieme: nessun mezzo assemblato con parti di diversa provenienza e’ mai stato un mago di mobilita’ ne’ un successo commerciale. Men che meno se costruito sulla base di un camioncino ( e che fosse un mezzo militare non giova di certo). Tale derivazione ne ha elevato il peso, condizionandone le prestazioni, da qui la caccia ai motori che non fondessero per spingerlo. Mentre telaio e sospensioni per mezzi da carico, evidentemente, mal si comportano a vuoto, penalizzando la destinazione d’uso per trasporto passeggeri: inutile portare esempi americani, dove le balestre sono accettate, mentre citare range, discovery, e varie Giapponesi come esempi di telai da camioncini e’ palesemente non vero.Inoltre la nascita come mezzo assemblato ha portato una serie di rotture a cascata, se in produzione si modificava (o sostituiva) un pezzo, lungo la catena cinematica il danno si spingeva all’elemento successivo. Siamo lieti di sapere che i ricambi costino meno di altre 4x4, ma quante sono le rotture in piu’? E potremo citare casi davvero pesanti, vissuti direttamente. Come per le sospensioni: alla nostra prima prova fuoristrada su un normalissimo twist, un terrificante rumore metallico esplode al posteriore. L’escursione-da te accanitamente celebrata- aveva raggiunto il suo limite e come si era comportata? Sganciando la barra stabilizzatrice, troppo corta (vedi gli errori di progetto e di assemblaggio?) quindi inadatta amantenere lo scorrimento all’interno della boccola. Preferiremmo non proseguire non proseguire con le successive esperienze, credici, e’ meglio. Ci preme quindi sottolineare che se per sterrati Magnum era confortevole, non si poteva pretendere di piu’. Andava bene proporla (per riguardo ai toni, evitiamo il verbo spacciarla) come avanzata idea in anticipo sui tempi, spaziosa 4x4 con linea automobilistica (non arrampizcarti sui vetri, e’ una scoppiazzatura della uno senza mezzi termini, basta confrontare le quote, mentre la prima porsche nasce storicamente come derivazione sportiva del Maggiolino), se il confort (ribadiamo sotto e’ un cammioncino) fosse stato paragonabile a quello delle full size del tempo.Perche’, oltretutto, Magnum non costava meno rispetto alla concorrenza, mentre ci asteniamo dal proporre un confronto di naffidabilita’. Non andava pero’ bene presentarla come fuoristrada da lavoro per Enti e Corpi dello stato, vero business-anche se spesso finito sotto indagine (e oltre) – per il quale si e’ insistito nel costruire Magnum, una volta verificata la scarsa attenzione dei privati. Infine, i prezzi senza ribadire quanto scritto genericamente nello speciale, anche nel caso di magnum c’e’ chi chiede di piu’ di quanto indicato, ma la realta’ del mercato nel suo caso, e’ davvero impietosa. Perche’ npn esiste auto il cui successo sia stato minato alla fonte da tristi storie di produzioni a strappi, che potra’ mai spuntare quotazioni significative.Mentre scriviamo su www.autoscaut24.it c’e’ un esemplare ( vedi foto) con 20000km dichiarati, a 3500 euro. Con cio’ per passione integrale ci piaciarebbe approfondire l’argomento, magari trovando qualche utilizzatore contento, e con i commenti dei progettisti, specie se potranno parlare liberamente sulle scelte industriali a loro non ascrivibili, e probabilmente gia’ cadute in prescrizione. Speriamo continui a leggerci anche dopo questa risposta, ma non potevamo non essere chiari, essendo gia’ stati troppo morbidi nello speciale.
Ciao


Commento e interpretazione a piu' tardi............
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://pub24.bravenet.com/forum/static/show.php?usernum=20229244
44magnum

avatar

Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 29.03.09

MessaggioTitolo: Re: scheda redatta da "cani "sulla rivista La mia 4x4 a proposito del Magnum   Lun Giu 22, 2009 5:42 pm

Per me quello non ha 20000km... Suspect Suspect ........un magnum con quel chilometraggio si venderebbe a ben più di €3500....
Poi potrebbe averli anche, ma secondo me è in pessime condizioni, e già lo vendono sopra la sua quotazione "reale"...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
maseratilaforza

avatar

Numero di messaggi : 94
Data d'iscrizione : 11.02.09
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: scheda redatta da "cani "sulla rivista La mia 4x4 a proposito del Magnum   Mar Giu 23, 2009 2:53 am

RISPOSTA AI PORTENTOSI AMICI DE LA MIA4X4............... CHE INVIO ANCHE ALLA REDAZIONE DI LA MIA 4X4.

Mi si e’ verificata l’opportunita’ di leggere la vostra risposta ad una mia lettera riguardo alla scheda sul magnum 4x4 dell’articolo pubblicato sulla vostra rivista di marzo. Anche se non ho apprezzato il fatto che abbiate convenientemente tagliato varie parti della mia lettera non posso fare a meno di rispondervi.
Eccovi il mio commento che spero sia preso come critica costruttiva al vostro lavoro.


<Caro leggermente polemico, anche tu hai sbagliato, e non una volta sola: nell’aspettarti che non pubblicassimo (seppure accorciandola di molto)>

OSSIA TAGLIANDO TUTTI I PARAGONI TECNICI DELLE SOSPENSIONI CON DATI E RELATIVE REFERENZE SULLE INFORMAZIONI DELLE AUTO DA VOI ANALIZZATE COME SI POSSONO NOTARE DALLA MIA MAIL ORIGINALE IN VOSTRO POSSESSO.

<la tua lettera, nei toni pesanti-forse >

QUALI? FORSE LA VERITA’ SUI DATI RIPORTATI VI METTE IN DIFFICOLTA” E SONO PER VOI PESANTI DA AMMETTERE?

<non voluti-e nei confronti del nostro lavoro (definendo l’articolo non serio, non veritiero, ne’ onesto, accuse che che ti rispediamo serenamente), infine nel divagare tra mille dettagli, >

PROPRIO I DETTAGLI FANNO LA DIFFERENZA TRA’ IL QUALUNQUISMO E LA PROFESSIONALITA’.

<perdendo di vista la realta’:>

EVIDENTEMENTE LA VOSTRA DI REALTA’ ALQUANTO RELATIVA SE CONSIDERIAMO LE VOSTRE DICHIARAZIONI E PUBBLICAZIONI.

<che il Magnum, per essere chiarissimi, sia stato un gran bidone.>

GIUDIZIO CHE SERENAMENTE RISPEDISCO NEI CONFRONTI DELLA VOSTRA PUBBLICAZIONE.

<Andiamo ora alle nostre responsabilita’: ci scusiamo, se in un’opera ponderosa >

OPERA PONDEROSA? 4 PAGINETTE DI CUI 3 O 4 OCCUPATE DA FOTO NON ORIGINALI DEI VARI MODELLI E CHE SONO STATE PRESE A CASO IN INTERNET DOVE SI VEDONO CHIARAMENTE AUTO MODIFICATE (VEDI PER ESEMPIO INTERNATIONAL SCAUT ETC.). NON SI E’ NEANCHE FATTO LO SFORZO DI RICERCARE FOTO ORIGINALI E PER LO MENO ATTENDIBILI STORICAMENTE, DELLE VETTURE PRESE IN ESAME. PIU’ CHE “OPERA” (MAGARI UNA “SARABANDA” PER RIMANERE IN FORME MUSICALI O AL MASSIMO UNA “GAVOTTA”......)LA DEFINIREI PIU’ CHE ALTRO, UN “COMPITO IN CLASSE DELLE ELEMENTARI” , CON RISULTATI ABBASTANZA TRISTI, VISTO CHE I COMMENTI SONO IMPRESTATI DA FORUM CHE SI TROVANO IN INTERNET E NON DI CERTO FANNO PARTE DI PROVE CONCRETE EFFETTUATE DALLA VOSTRA RIVISTA.

<come quella realizzata sul numero di marzo ci sono state alcune imprecisioni. Abbiamo scambiato un paio di cilindrate nel testo: considerando la sarabanda di unita’ adottate- che non depone bene per lucidita’ di progetto ed omogeneita’ di produzione >

BENE, VISTO CHE VI PIACCIONO TANTO LE FORME MUSICALI, RITENGO CHE SE IL MAGNUM HA USATO IN 25ANNI DI PRODUZIONE BEN 5 MOTORIZZAZIONI DI CUI 3 BENZINA E 2 DIESEL (2.0 FIAT/ABARTH, V6 ALFA, FORD V8, SOFIM TD E INFINE IL VM TD) MI VERREBBE FORSE IL SOSPETTO CHE PER UNA VETTURA COME LA RANGE CHE DA VOI E’ SEMPRE O BENE O MALE OSANNATA, SI SIA FATTA ADDIRITTURA UNA “SINFONIA” WAGNERIANA , VISTO CHE I MOTORI UTILIZZATI E TUTTI ASSEMBLATI CON SVARIATI CAMBI (TRA CUI ZF, GM, E RIDUTTORI RIPARTITORI GUARDA CASO PROPRIO BORGWARNER COME SUL MAGNUM), SONO STATI BEN 7 DI BEN 5 CASE DIVERSE E ASSEMBLATI A SECONDA DEI PROPRIETARI CHE HANNO COMPRATO LA LAND ROVER DURANTE GLI ULTIMI 30 ANNI. (IL PRIMO E’ STATO UN MOTORE GM (PROGETTATO PER UNA BUICK DI CUI LA GM NON EBBE INTERESSE NEL PRODURLO PER SCARSA POTENZA E PRESTAZIONI. LA LAND ROVER PRESE I DIRITTI PER COSTRUIRLO IN INGHILTERRA E LO ASSEMBLO’ SUL TELAIO DELLA SUA RANGE CON CAMBIO ZF E RIDUTTORE BW. DA QUI UNA “SARABANDA” DI CAMBIAMENTI DALLA CARBURAZIONE STROMBERG ALL’INIEZIONE CON MAGGIORAMENTI DI CILINDRATA DA 3.5 A 3.9 A 4.2 ETC. ETC. NEL FRATTEMPO HANNO UTILIZZATO UN MOTORE DIESEL TURBO DELLA VM DI CENTO (STESSO IDENTICO ADOTTATO DALLA FISSORE E DA UAZ, TOYOTA, ALFAROMEO, JEEP ETC.) CONTINUA IL SECONDO TEMPO CON MOTORI NON PROPRIO FORTUNATI DELLA BMW DIESEL E BENZINA (BEN 2) E INFINE GUARDA CASO PROPRIO CON I FORD (COME LA MAGNUM AMERICANA 20 ANNI PRIMA!). COSA MI DIRETE IN QUESTO CASO, CHE LA FISSORE E’ L’UNICA AD ASSEMBLARE POICHE’ NON VI PUO’ PIU’ PAGARE PUBBLICITA’ O DARE VETTURE IN PROVA PER SCORAZZARE IN GIRO? OPPURE SIETE SOLO MOSSI DA INTERESSI COMMERCIALI E DOVETE ACCONTENTARE IL VOSTRO UFFICIO VENDITE? COSA DIRE DELLA LANDROVER, CHE E’ UNA SCELTA DETTATA DA SAGGIA E LUCIDISSIMA OMOGENEITA’ DI PRODUZIONE? SECONDO I VOSTRI STANDARD DI GIUDIZIO NON DOVREBBE..... NON MI SOFFERMO NEMMENO AD ELENCARVI LE COMPONENTI PRESI DALLA PRODUZIONE DI ALTRI VEICOLI COME LEYLAND DEI PRIMA SERIE, MOTORINI LETTRICI, MANIGLIE PULSANTI, CABLAGGI, INTANTO SICURAMENTE MI TROVERESTE QUALCHE VIRTUOSISMO DA COMIZIO ELETTORALE (TANTO DI MODA AL GIORNO D’ OGGI) PER FAR SEMBRARE UNA SEMPLICE REALTA’ TUTTA UN’ALTRA COSA.


<grandi problemi di Magnum- e’ andata ancora bene, ammettiamo anche il particolare su Laforza, peraltro mai viste in Italia e quante effettivamente costruite?>

VISTO CHE SEMBRA NON SAPPIATE MOLTO DEI 4X4 PRESI IN ESAME, VE LO POSSO DIRE IO, CIRCA 1200 V8.


<Per il resto, procediamo con ordine, ma prima dei dettagli uno sguardo d’insieme: nessun mezzo assemblato con parti di diversa provenienza e’ mai stato un mago di mobilita’ ne’ un successo commerciale. >

SE LO DITE VOI; ALLORA, DETOMASO (MOTORI FORD CAMBI ZF ETC.) ISORIVOLTA (MOTORI GM E FORD), PAGANI (MOTORI AMG MERCEDES E CAMBI ZF), QVALE (MOTORI FORD CAMBI TREMEC), MONTEVERDI (MOTORI GM) LOTUS (MOTORI ROVER E TOYOTA CON SVARIATI CAMBI) LAND ROVER, (MOTORI BIUCK, PERKINS, VM,BMW,FORD E PROSSIMAMENTE FORSE ....TATA? CAMBI ZF, GM, FORD/TREMEC ETC RIDUTTORI BORG WARNER ETC....) SPYKER (MOTORI AUDI) KORANDO (MOTORI MERCEDES), UAZ (MOTORI VM RENAULT ETC.. CONTINUO?

<Men che meno se costruito sulla base di un camioncino ( e che fosse un mezzo militare non giova di certo). Tale derivazione ne ha elevato il peso, condizionandone le prestazioni,>

CONDIZIONATO LE PRESTAZIONI? A ME RISULTA CHE RIVISTE BEN PIU’ AUTOREVOLI DELLA VOSTRA E DI LUNGA STORIA COME QUATTRORUOTE, AUTO IN FUORISTRADA, AUTORUOTE4X4 PER ELENCARNE QUALCUNA IN ITALIA E ALTRE PIUTTOSTO FAMOSE E SICURAMENTE DI MAGGIOR SUCCESSO COMMERCIALE DELLA VOSTRA PUBBLICAZIONE COME DIVULGAZIONE E COPIE VENDUTE (VISTO CHE TENETE COSI’ TANTO A QUESTI ASPETTI DI SUCCESSO),COME, ROAD & TRACK, CAR AND DRIVER, AUTOWEEK E SVARIATE ALTRE, HANNO TUTTE ELOGIATO LE PRESTAZIONI LA MANEGGEVOLEZZA IL CONFORT LA RUBUSTEZZA DEL TELAIO DA VERA FUORISTRADA, I MOTORI UTILIZZATI, LA VELOCITA’ AL TOP DELLE CONCORRENTI DELL’EPOCA, LA QUALITA’ DEI MATERIALI IMPIEGATI E LA SPAZIOSITA’ DEGLI INTERNI.

<da qui la caccia ai motori che non fondessero per spingerlo.>

IO NON HO MAI SENTITO DI TD SOFIM CHE FONDESSERO ANCHE PERCHE’ PROGETTATI PER MEZZI DA 4 TONNELATE E PER MACINARE CENTINAIA DI MIGLIAIA DI KM IN QUALSIASI CONDIZIONE. CHIEDERE A QUALUNQUE POSSESSORE DI TURBODAILY DA LAVORO DEGLI ANNI 80 CON IL 2.5 TD SOFIM!

< Mentre telaio e sospensioni per mezzi da carico, evidentemente, mal si comportano a vuoto, penalizzando la destinazione d’uso per trasporto passeggeri:>

ANDATELO A DIRE A TUTTI I VOSTRI COLLEGHI GIORNALISTI DELLE RIVISTE SOPRACITATE CHE AL CONTRARIO NE ESALTAVANO LE SOSPENSIONI INDIPENDENTI ALL’ANTERIORE (PRIMA 4X4 VERA AD ADOTTARE QUESTA CONFIGURAZIONE 12 ANNI PRIMA DI MERCEDES M CHE AFFERMAVA ERRONEAMENTE DI ESSERE LA PRIMA CASA AUTOMOBILISTICA AD ADOTTARLE.)

<inutile portare esempi americani, dove le balestre sono accettate, mentre citare range, discovery, e varie Giapponesi come esempi di telai da camioncini e’ palesemente non vero.>

BENE, LE BALESTRE (AL POSTERIORE) ERANO PRESENTI SU QUASI TUTTA LA PRODUZIONE GIAPPONESE DEL 1984 ( NON SOLO AMERICANA COME DA VOI SOTTOLINEATO) E INCLUDO PATROL, TOYOTA LAND CRUISER ETC.. FORSE NON ERAVATE ANCORA NATI, O VI SIETE DIMENTICATI DI QUESTI “PICCOLI” DETTAGLI.....L’UNICA AD AVERE MOLLONI MA SEMPRE CON PONTI RIGIDI ERA LA RANGE E LA MERCEDES G CHE TRA’ L’ALTRO MONTAVA GLI STESSI FRENI DEL MAGNUM (O DIO ADESSO ANCHE LA MERCEDES ASSEMBLA.....) INFATTI SONO INTERCAMBIABILI SIA LE PASTIGLIE CHE LE PINZE FRENO ... OPS.....

CONTINUA......... AL MESSAGGIO SEGUENTE
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://pub24.bravenet.com/forum/static/show.php?usernum=20229244
maseratilaforza

avatar

Numero di messaggi : 94
Data d'iscrizione : 11.02.09
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: scheda redatta da "cani "sulla rivista La mia 4x4 a proposito del Magnum   Mar Giu 23, 2009 2:53 am

<Inoltre la nascita come mezzo assemblato ha portato una serie di rotture a cascata, se in produzione si modificava (o sostituiva) un pezzo, lungo la catena cinematica il danno si spingeva all’elemento successivo. >

E QUESTA AFFERMAZIONE VIENE DA CHI HA LAVAROTO IN FISSORE, SICURAMENTE PRIMA DI DIVENTARE “ GIORNALISTI AUTOMOBILISTICI” ERAVATE OPERAI CHE ASSEMBLAVANO MAGNUM A CHERASCO), O E’ UN’ALTRA DELLE VOSTRE TROVATE PER DIFFAMARE QUALCHE COSA CHE NON E’ PARCHEGGIATO NEL VOSTRO GARAGE COME QUALCHE POLMONE COREANO CHE MI SEMBRA DI CAPIRE VOI SPINGETE TANTISSIMO FINO A DIVENTARE QUASI RIDICOLI. (VEDERE SUL NUMERO DI MARZO LA VOSTRA LETTERA SUL KIA SORRENTO)........ ROCK CROWLING ...... CON IL SORRENTO, SICURO, SICURO.SENZA NULLA TOGLIERE A QUESTO VEICOLO CHE TRA L’ALTRO CONOSCO ABBASTANZA , AFFERMAZIONI DI QUESTO CALIBRO SONO SPASSOSISSIME.

<Siamo lieti di sapere che i ricambi costino meno di altre 4x4, ma quante sono le rotture in piu’? >

IO PERSONALMENTE NON SAPREI, MA SICURAMENTE MENO DI RANGE V8 CHE HO POSSEDUTO E ALCUNE JEEP CHE FACEVANO PARTE DEL PARCO MACCHINE DI FAMIGLIA.

< E potremo citare casi davvero pesanti, vissuti direttamente.>

PROVE? FOTO? POSSIBILMENTE NON PRESE DA INTERNET MA FATTE DA VOI.

<Come per le sospensioni: alla nostra prima prova fuoristrada>

DUNQUE VEDIAMO DI ANALIZZARE QUESTA VOSTRA AFFERMAZIONE, IN QUANTO MI SEMBRA ALQUANTO STRANO CHE VOI ABBIATE MAI AVUTO LA POSSIBILITA’ DI PROVARE UN MAGNUM. MI SPIEGO, SIETE IN COMMERCIO DA CIRCA 90 NUMERI, IL CHE VUOL DIRE CHE SIETE SUL MERCATO DA MENO DI 8 ANNI! NEL 1998-99 SONO STATI PRODOTTI GLI ULTIMI MAGNUM NUOVI SUL NOSTRO MERCATO, ESSENDO CORREGGETEMI SE SBAGLIO NEL 2009, VERREBBE DA PENSARE CHE UN MAGNUM NUOVO PER DARVELO IN PROVA, SIA STATO PRODOTTO APPOSTA PER VOI NEL 2002! O FORSE AVETE PRESO QUALCHE VEICOLO MAGARI DI 20 ANNI CON 200000KM E MAGARI FUORIPOSTO E ME LO PARAGONATE IN AFFIDABILITA’ A VETTTURE VENDUTE 25 ANNI PIU’ TARDI E PURE NUOVE? ALLORA SIETE FANTASTICI!

<su un normalissimo twist, un terrificante rumore metallico esplode al posteriore. L’escursione-da te accanitamente celebrata- aveva raggiunto il suo limite e come si era comportata? Sganciando la barra stabilizzatrice, troppo corta (vedi gli errori di progetto e di assemblaggio?) quindi inadatta a mantenere lo scorrimento all’interno della boccola.>

A PRESCINDERE DAL FATTO CHE CONOSCO MOLTO BENE COME E’ FATTA LA BARRA E GLI ATTACCHI, MI SEMBRA PRATICAMENTE IMPOSSIBILE CHE POSSA ACCADERE A MENO CHE NON SIA STATA MANOMESSA O SOSTITUITA CON UNA NON ORIGINALE,( PERALTRO NON SUSSISTE ALCUNO SCORRIMENTO NELLE 2 BOCCOLE IMBULLONATE AL PONTE MA TUTTAL PIU’ UN MOVIMENTO ROTATORIO ALL’INTERNO DELLA BOCCOLA NEL CASO DI ESTENSIONE DELLA SOSPENSIONE). INOLTRE POSSIAMO SEMPRE CHIEDERE A TUTTI I POSSESSORI DI IVECO 4X4 E VM90 SE HANNO MAI AVUTO QUESTO TIPO DI PROBLEMA VISTO CHE LA BARRA STABILIZZATRICE HA GLI STESSI IDENTICI ATTACCHI, BULLONERIA, BOCCOLE E PONTE A CUI E’ IMBULLONATA (CGC O STREPARAVA A SECONDA DEGLI ANNI DI PRODUZIONE) DEL MAGNUM. MI RISULTA INOLTRE CHE I MAGNUM DELLE ULTIME SERIE NON AVEVANO BARRA STABILIZZATRICE POSTERIORE PER IL FATTO CHE IL SERBATOIO ERA DIVERSO E NON PERMETTEVA IL MONTAGGIO DELLA STESSA,(COME ANCHE I LAFORZA AMERICANI) QUINDI SE VOI AVETE PROVATO UN ULTIMO MODELLO (QUELLO FORSE FATTO APPOSITAMENTE PER VOI) MOLTO PROBABILMENTE NON AVREBBERO DOVUTO MONTARLE.COMUNQUE SIA CHIEDETE ALLORA A CHI HA PROGETTATO LA BARRA IN IVECO PER I VEICOLI SPECIALI E 4X4.

<Preferiremmo non proseguire con le successive esperienze, credici, e’ meglio. Ci preme quindi sottolineare che se per sterrati Magnum era confortevole, non si poteva pretendere di piu’. Andava bene proporla (per riguardo ai toni, evitiamo il verbo spacciarla) come avanzata idea in anticipo sui tempi, spaziosa 4x4 con linea automobilistica (non arrampizcarti sui vetri, e’ una scoppiazzatura della uno senza mezzi termini, basta confrontare le quote,>

QUOTE? NON AGGIUNGO COMMENTI PER EVITARE POLEMICHE SU ARGOMENTI COME IL DESIGN CHE PUO’ ESSERE L’UNICO ASPETTO RELATIVO DI QUESTA DISQUISIZIONE E QUINDI OPINABILE.

<mentre la prima porsche nasce storicamente come derivazione sportiva del Maggiolino), se il confort (ribadiamo sotto e’ un cammioncino)>

COME D’ALTRONDE TUTTE LE FULL-SIZE GIAPPONESI E AMERICANE.....

<fosse stato paragonabile a quello delle full size del tempo.Perche’, oltretutto, Magnum non costava meno rispetto alla concorrenza,>

SICURAMENTE, ANCHE PERCHE’ ERA PER MOLTI ASPETTI MOLTO MEGLIO E OFFRIVA ACCESSORI E FINITURE SUPERIORI.

<mentre ci asteniamo dal proporre un confronto di naffidabilita’.>

MI SEMBRA ALQUANTO IMPOSSIBILE VISTO CHE AVETE A MALAPENA 8 ANNI DI VITA COME RIVISTA E SICURAMENTE NON AVETE FATTO PROVE DI DURATA O AFFIDABILITA’ COME ALTRE VOSTRE TESTATE CONCORRENTI.


<Non andava pero’ bene presentarla come fuoristrada da lavoro per Enti e Corpi dello stato, vero business-anche se spesso finito sotto indagine (e oltre) – per il quale si e’ insistito nel costruire Magnum,>

NON SI E’ INSISTITO PROPRIO PER NIENTE.INFATTI NELL’IDEA ORIGINARIA DI MALVINO, MARITO DI UNA DELLE FIGLIE DI FISSORE E FONDATORE DELLA RAYTON FISSORE NEL 1975 ERA UN CLIENTE COME ALTRI. L’ AMMINISTRAZIONE DI MAGHI CHE COMPRARONO LA RAYTON DALLO STESSO MALVINO CHE FU COSTRETTO A VENDERE, QUANDO PURTROPPO SUA MOGLIE MANCO’ SI DILETTO’ A SFRUTTERE SOLO GLI ASPETTI POLITICI E QUELLI COMMERCIALI MANGIANDOCI SOPRA. INFATTI GENTE DEL CALIBRO DI DEMITA, DEBENEDETTI (FORSE INDIRETTAMENTE COINVOLTO CON LA FINANZIARIA DOMINION), MAGGIALI E COMPANY HANNO BRUCIATO CLIENTI E ANCHE LE COMMESSE CON BMW PER I MOTORI (C’ERANO INFATTI 2 PROTOTIPI BENZINA E TD BMW PERFETTAMENTE FUNZIONANTI E GIA’ PRONTI PER ENTRARE IN PRODUZIONE ) E ALTRE OPPORTUNITA’ EUROPEE CON SVARIATI CONCESSIONARI INTERESSATI A VENDERE I MAGNUM. RICORDO INOLTRE CHE LA RAYTON SI VENDEVA I NUMERI DEI TELAI, POICHE’ NEI PRIMI 3 ANNI DI PRODUZIONE NON RIUSCIVA A STARE DIETRO AGLI ORDINI. NEL GENNAIO 1986 ERANO GIA’ A QUOTA 1000 VENDUTI E ASSEMBLATI PER IL SOLO MERCATO CIVILE A SOLI 1 ANNO E MEZZO DALLA PRESENTAZIONE AL SALONE DI TORINO. QUELLO STESSO ANNO VENNERO ASSEMBLATI E VENDUTI ALTRI 1000 ESEMPLARI.

<una volta verificata la scarsa attenzione dei privati. Infine, i prezzi senza ribadire quanto scritto genericamente nello speciale, anche nel caso di magnum c’e’ chi chiede di piu’ di quanto indicato, ma la realta’ del mercato nel suo caso, e’ davvero impietosa. Perche’ non esiste auto il cui successo sia stato minato alla fonte da tristi storie di produzioni a strappi, che potra’ mai spuntare quotazioni significative.>

SE LO DITE VOI....... NON MI ADDENTRO NUOVAMENTE A LISTE E PREZZI RAGGIUNTI DA AUTOMOBILI CHE RIENTRANO NELLA CATEGORIA DA VOI COSI’ LACONICAMENTE DESCRITTA,COSA CERTA E’ CHE COME SI PUO’ VEDERE DALLA VOSTRA FOTO DELL’ANNUNCIO POSTATO IL MAGNUM IN QUESTIONE NON E’ VENDUTA IN ITALIA (VEDI TARGA UNGHERESE O DI QUALCHE PAESE DELL’EST) E’ IN CONDIZIONI DA RESTAURO TOTALE E DERIVA SICURAMENTE DA UN VEICOLO POLIZIA RIVERNICIATO (SI PUO’ CHIARAMENTE DEDURRE DAI CERCHI METALLICI, SPECCHIETTI RETROVISORI MAGGIORATI E DAL FATTO CHE LE MANIGLIE PORTA SONO DEL PRIMA SERIE (PIU’ PICCOLE ) E IL PARAURTI E’ DI UN MODELLO SECONDA SERIE (PROBABILMENTE AGGIUNTO AL POSTO DI QUELLO METALLICO ORIGINALE). 3500 EURO PER UNA VETTURA IN QUESTE CONDIZIONI E’ SICURAMENTE SUPERIORE AD UNA ANALOGA RANGE ROVER DI PARI ANNI CHE SI TROVA PER 900 1000 EURO (SEMPRE CONSIDERANDO LE CONDIZIONI SCARSE DELLA SUDDETTA MAGNUM), (E NON TROVATE TRA ANNUNCI DI PAESI DELL’EST”. QUESTE RANGE ROVER O TOYTOTA LANDCRUISER NON SONO ANCHESSE PROPRIAMENTE BRILLANTI (COME QUOTAZIONI) E DI SICURO PIU’ “IMPIETOSE”. RIBADISCO CHE SE MI TROVATE UN MAGNUM V6 IN BUONO STATO ( POSSIBILMENTE IN ITALIA) CON MENO DI 100000KM PER MENO DI 7-8000 EURO SONO INTERESSATO PERSONALEMENTE ALL’ACQUISTO.

<Mentre scriviamo su www.autoscaut24.it c’e’ un esemplare ( vedi foto) con 20000km dichiarati , a 3500 euro.>

SIETE PROPRIO DEI BUONGUSTAI, MA ANCHE UN PO’ BOCCALONI. (FORSE 200000KM). E NON SONO POCHI PER LE CONDIZIONI DEL POVERO MAGNUM EX POLIZIA.COME VOLEVASI DIMOSTRARE PROPRIO SUL SITO DA VOI INDICATO C’E’ UN EX POLIZIA DEL 1990 CON INTERNI SPARTANI E CARROZZERIA DA RIVERNICIARE A 5000 EURO. NON VOGLIO NEANCHE PENSARE AL PREZZO CHE POTREBBE SPUNTARE UNA VERSIONE CIVILE IN CONDIZIONI CONSERVATE O RESTAURATA, SPECIE SE BENZINA.

<Con cio’ per passione integrale ci piaciarebbe approfondire l’argomento, magari trovando qualche utilizzatore contento,>

DIREI PRATICAMENTE TUTTI I POSSESSORI DI MAGNUM.

<e con i commenti dei progettisti, specie se potranno parlare liberamente sulle scelte industriali a loro non ascrivibili,>

SE LA VOSTRA AFFERMAZIONE E’ ONESTA NON ESCLUDO CHE POSSA VERIFICARSI L’OCCASIONE.

<e probabilmente gia’ cadute in prescrizione. Speriamo continui a leggerci anche dopo questa risposta, ma non potevamo non essere chiari, essendo gia’ stati troppo morbidi nello speciale.>

LO STESSO VALE PER I MIEI COMMENTI SUL VOSTRO ARTICOLO CHE VOI DEFINITE SPUDORATAMENTE “OPERA” . (VERDI? ROSSINI? MOZART? WAGNER?)
Ciao
CIAO lol!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://pub24.bravenet.com/forum/static/show.php?usernum=20229244
maseratilaforza

avatar

Numero di messaggi : 94
Data d'iscrizione : 11.02.09
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: scheda redatta da "cani "sulla rivista La mia 4x4 a proposito del Magnum   Mar Ott 06, 2009 4:45 pm

Non ci credevo, ma mi hanno nuovamente risposto sulla loro "rivista", ovviamente in un clima di censura degno dei regimi del terzo mondo, dove hanno pensato bene di rispondere interpretando a loro piacimento e estrapolando frasi dal contesto a piacimento, ma senza pubblicare la mia lettera per intero e solo biasimandomi e offendendo con le loro farneticazioni. Appena ho un momento di tempo pubblico la loro risposta (visto che mi hanno tacciato di essere solo capace di sbraitare sui forum di internet).
Mi fa sorridere il fatto che si dichiarino "onesti intellettualmente" e poi censurano una lettera che e' in disaccordo con le loro opinioni (perche' si tratta poi solo di opinioni alquanto relative e confuse) ma pubblicano pero' solo la risposta cosi' da non permettere di lasciar giudicare i lettori delle eventuali "balle" che vanno propinando.
Alla faccia dell'onesta' intellettuale.....

Alla prossima
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://pub24.bravenet.com/forum/static/show.php?usernum=20229244
maseratilaforza

avatar

Numero di messaggi : 94
Data d'iscrizione : 11.02.09
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: scheda redatta da "cani "sulla rivista La mia 4x4 a proposito del Magnum   Mer Ott 07, 2009 12:33 am

Ed eccoci qua con la risposta dei fantastici "giornalisti" della rivistucola "la mia 4x4"

preceduta da questa dicitura su "posta risposta del numero 93".

"Ci hanno scritto un paio di lettori, dei quali- per motivi diversi- non saranno pubblicate le lettere inviateci."


Basta Magnum


Sul numero 90, dopo approfondite riflessioni decidemmo di pubblicare l’infinita lettera di Alessio, che ci rampognava per i giudizi su Magnum.Lunga anche la risposta, che evidentemente non l’ ha soddisfatto.la nuova missiva che comprende punto per punto la nostra risposta e la contesta nuovamente,raggiunge le diciassettemila battute, che richiederebbero quattro pagine fitte.Ma non e’ solo questa (evidente) ragione per cui vi risparmiamo le contumelie: nonostante la sua prima missiva si concludesse testualmente con le parole: “colgo l’occasione per porgervi i piu’ cordiali saluti e mi scuso se con la presente vi sembro leggermente polemico nell’identificare le inesattezze e supposizioni nella scheda da voi redatta. Continuero’ a leggervi con interesse”,in questa si e’ scatenato, superando i limiti.
Non solo del bon-ton, ma dell’accetabilita’.
La passione (in questo caso per un mezzo, e forse mai tale definizione fu cosi’ azzeccata) non e’ sempre buona consigliera:spesso appanna la realta’, che si vede filtrata con occhiali dalle lenti rosa. Noi cerchiamo di essere sempre obiettivi, mediando tra le opinioni e le oggettive considerazioni tecniche: queste ultime non si possono adattare alle prime. Sia per onesta’ intellettuale , sia perche’ le costruzioni forzate sono facilmente smontabili. Purtroppo, il lettore si e’ fatto trascinare dalla passione (vogliamo sperare sia solo quello), in un vortice di insulti, (anche molto pesanti verso il nostro lavoro), ammassati tra’ frasi sconnesse e diciamolo- talvolta farneticanti, fino a ipotizzare che il giudizio nasca perche’ “fissore non vi puo’ piu’ pagare pubblicita’ o dare vetture in prova per scorazzare in giro?”. Evidentemente il tono becero di chi e’ avvezzo a starnazzare sui forum, non permette di riscontrare l’indipendenza della nostra testata, dove le opinioni (e le critiche) su veicoli-anche nuovissimi- non sono mai filtrate, sfumate o evitate perche’, in una rivista dedicata alla passione, il rispetto del lettore e’ fondamentale.Ma deve essere reciproco.Specie quando il grafomane giunge a sancire che certe testate siano “sicuramente di maggior successo commerciale della vostra pubblicazione come divulgazione e copie vendute”: beato lui che lo sa con certezza, gli suggeriamo di esaminare dati veri,e magari scoprira’ che qualcuno dei suoi miti editoriali e’ realizzato presso tipografie che dispongono di macchinari per la stampa “in piana” , il che significa tirature inferiori ad un bollettino parrocchiale, al di la di essere introvabili in edicola.Oppure di contare le pagine se vogliamo un confronto semplice semplice.La sua disinformazione sconfina anche nella tecnica, sostenendo che Magnum sia stata la prima 4x4 ad adottare le sospensioni indipendenti… e vi risparmiamo l’elenco di quelle che l’hanno preceduta sarebbero troppe. Mentre confuta la possibilita’ che abbiamo mai provato Magnum in quanto La mia 4x4 sarebbe nata solo alla fine della produzione. Senza considerare le esperienze di chi scrive per una ventina d’anni nel settore, prima di realizzare questa testata. Che dice le cose come stanno, piaccia o no ad alcuni. Per fortuna di tutti, davvero pochi.

Mi riservo di ribattere e smontare le varie manipolazioni di questa pseudo risposta (per di piu' ad una lettera censurata e non pubblicata, per ovvi motivi....) appena avro' qualche minuto libero.

Ciao e buon divertimento.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://pub24.bravenet.com/forum/static/show.php?usernum=20229244
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: scheda redatta da "cani "sulla rivista La mia 4x4 a proposito del Magnum   

Tornare in alto Andare in basso
 
scheda redatta da "cani "sulla rivista La mia 4x4 a proposito del Magnum
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Test C-Crosser sulla rivista "Al Volante"
» 24/01/2015 Esclusiva S&G- Ag.Cani - " Nessuna firma con il Leeds. Cani vuole solo il Bari "
» Graffi "colorati" sul paraurti
» rovesciate sulla mia "extreme"
» Retromarcia che "gratta"

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rayton Fissore Magnum 4x4 Forum :: Forum :: Presentazioni e impressioni-
Andare verso: